Valigia morbida o rigida? Due filosofie a confronto

Valigia morbida o rigida? Due filosofie a confronto

Hai deciso di comprare una nuova valigia e stai iniziando a valutare le varie possibilità che il mercato propone. Ci sono tanti tipi di valigie in commercio, in effetti, che è davvero difficile scegliere. Valigia morbida o rigida? Che dimensione? Due ruote o quattro? E il design?

Le domande sono tante. Per ora rispondiamo alla prima, che è una delle più frequenti quando un nuovo cliente arriva in negozio.

Riteniamo il materiale un componente fondamentale per una valigia di qualità, ma sappiamo anche che non c’è un materiale migliore di un altro e che tutto dipende dalle esigenze di ciascuno. Ed è proprio in relazione a tali esigenze che andremo a confrontare due vere e proprie filosofie di pensiero diverse su ciò che dovrebbe essere una valigia.

Di ciascun tipo di materiale, quindi, andremo a vedere i pro e i contro.

Valigia morbida

Il primo vantaggio che viene in mente e che potrebbe da solo sciogliere il dubbio tra valigia morbida o rigida è il prezzo: i tessuti sono sempre più economici di plastica e metallo, ma in quanto a resistenza, a una prima occhiata si direbbe che le valigie rigide hanno qualche vantaggio. Tuttavia, grazie alle moderne tecnologie, il modo di lavorare i tessuti è cambiato e ora possono essere rinforzati in più punti per ottenere un bagaglio di elevata resistenza.

Le valigie morbide, inoltre, essendo fatte per lo più in poliestere, hanno una maggiore resistenza a graffi e abrasioni rispetto a plastica e metalli. Considerati i percorsi che i bagagli fanno in aeroporto e i lanci che subiscono dagli addetti ai lavori, si tratta di un vantaggio concreto e da non sottovalutare.

Un altro fattore importante da valutare è il peso del bagaglio, sia per motivi di osservanza delle regole imposte dalle compagnie di trasporto che per motivi pratici legati alla maneggevolezza del bagaglio.

L’aspetto negativo che invece viene subito in mente è legato alla protezione del contenuto della propria valigia, che certamente non è al riparo dagli urti con una valigia morbida.

Infine, l’aspetto che, a nostro avviso, viene più di tutti sopravvalutato: la capienza. È opinione comune, infatti, che essendo il tessuto più elastico della plastica, sia possibile far sopportare alla valigia qualche piccola anomalia di forma, riuscendo a trasportare più oggetti rispetto alle valigie rigide. Tuttavia, sebbene la questione dell’elasticità sia vera, la reale differenza in termini di capacità tra i due tipi di valigia esiste, ma non è considerevole. È possibile inserire un paio di pantaloni in più e forse un flacone di deodorante in più, ma poi si raggiunge il limite.

Pro e contro

Pro: leggerezza, resistenza alle abrasioni, resistenza a torsioni e deformazioni, design raffinato.

Contro: scarsa resistenza agli urti, scarsa resistenza ai tagli.

Selezione di modelli

Abbiamo scelto tre modelli dalla nostra linea: se stai cercando una valigia morbida, dai un’occhiata a queste.

Samsonite Spinner espandibile

Materiale: poliestere

Dimensioni: 78×48×29

Dimensioni massime: 78×48×32

Volume: 91,5 l

Volume massimo: 105 l

Peso: 3,5 kg

Tumi Alpha 2 espandibile

Materiale: nylon balistico

Dimensioni: 66×48,5×33

Dimensioni massime: 66×48,5×38

Volume: 76 l

Volume massimo: 87,5 l

Peso: 6,67 kg

Alviero Martini Geo Classic

Materiale: cotone, PVC, pelle

Dimensioni: 76×45,5×31

Volume: 100 l

Peso: 4,54 kg

Valigia rigida

Partiamo con la seconda parte del confronto tra valigia morbida o rigida e vediamo quali sono le caratteristiche chiave della seconda tipologia.

Cominciamo proprio dal principale punto a favore: la resistenza agli urti. Non si tratta solo di rigidità, ma anche della capacità del materiale di assorbire tali urti e distribuirne la forza su tutta la superficie.

In tal senso, la plastica è forse più flessibile del metallo, ma non è detto che resista anche nei punti critici quali angoli e spigoli, dove il materiale non è poi tanto flessibile.

Riguardo il peso, possiamo dire che sì, le valigie in metallo o plastica sono più pesanti, ma non aspettarti una differenza eccessiva: i moderni bagagli sono costruiti con alluminio e leghe leggere che hanno veramente poco da invidiare alle controparti in tessuto.

La mancanza di compartimenti esterni, forse, può essere una scocciatura, ma con una pianificazione attenta, non sarà un grave difetto.

Pro e contro

Pro: elevata resistenza agli urti, impermeabile, design moderno, tecnologia innovativa.

Contro: mancanza di compartimenti esterni, peso leggermente superiore alle valigie morbide.

Selezione di modelli

Anche per le valigie rigide, abbiamo scelto tre tra i modelli che vendiamo di più.

Samsonite Neopulse Spinner

Materiale: makrolon

Dimensioni: 54×30×81

Volume: 124 l

Peso: 3,7 kg

Tumi 19 Degree

Materiale: alluminio

Dimensioni: 77,5×28×52

Volume: 84 l

Peso: 7,58 kg

Brics Capri

Materiale: policarbonato

Dimensioni: 77,5×30,5×54,6

Volume: 113 l

Peso: 5,74 kg

Hai bisogno di consigli?

Ancora non sai se scegliere una valigia morbida o rigida? Vieni in uno dei nostri punti vendita. Saremo noi ad aiutarti a prendere la decisione giusta.